Cerca nel sito





Piccola presentazione di Campeggio, attualmente sotto il Comune di Monghidoro (Bologna) estratta, in originale,  dall'opera: "Dizionario Corografico, Georgico, Orittologico, Storico, ecc" della   I T A L I A
Composto su le ofservazioni fatte immediatamente fopra ciafcun luogo per lo ftato prefente, e fu le migliori Memorie Storiche e Documenti autentici combinati fopra luogo per lo ftato antico.
OPERA DELLA SOCIETA' COROGRAFICA.
Montagna e collina del territorio bolognese Edito in Bologna MDCCLXXXI Stampati per conto della fuddetta Società nella Stamperia di S. Tommafo d'Aquino.
CON LICENZA DE' SUPERIORI.  
(Nota: il testo antico la lettera "S" veniva scritta utilizzando la lettera "F"; il lettore ponendo la lettera S può comprendere pienamente il testo)
  

    "CAMPEGGIO (Fuori di Porta S.Stefano non molto diftante dall'Idice, alla finiftra delle fteffo, e verso i monti della Tofcana)".

     Comune e parrocchia foggetta alla Congregazione di Barbarolo.

parrocchia c
La fua popolazione confifte in 576 Anime divife in 100 famiglie, e fono confinanti: La Pieve di Monghidoro, e le Parrocchie di Lognola, Roncaftaldo, Gragnano, Querceto; Stato e Diocefi bolognefe. e Capreno, Diocesi di Bologna, e Stato della Tofcna, e Piancaldoli Diocefi e Stato di Toscana.

   Ha quesfta Chiefa il Fonte Battefimale, ed è stata rimodernata dal gentiliffimo onefsto vivente Parroco Dom Giacomo Antonio Michelini.

   Due quadri di buona mano quivi fi offermano, cioè quello de "Mifteri del Rosario", e la collazione di quefta Chiesa è libera della Menfa.

   Ha fotto di fe tre Oratori, cioè: il Santuario della B. Vergine dei Bofchi anneffo all'immediata giurifdizione del Parroco con Cappellano manyenuto continuamente.
   E' fituato nella Via che da Bologna, conduce in Tofcana; la fua Chiesa è grande, di buona forma, e di gran concorfo di gente.
   S. Abramo di Cà Gironi e di S. Maria Affunta di Fraffineta, forfe lo fteffo che nel 1366 era Parrocchia, e chiamavafi S. Maria di Cela Mazolaria.

   L'aria vi è buona morendo circa un per cento di adulti all'anno.

   Poca uva da cattivi Vigneti e poco ben tenute piccole piantatine; non molte Frutta; non molta Ghianda; molte Caftagne; molta Legna da fuoco; e molta Seta fono i prodotti delle Piante; molto Fieno; moltiffimo Pafcolo e di buona qualità, e fi ricavano ottimi Formaggi, ma non bene manipolati; il fegno della Canape; tre fole mifure per ogni mifura di femente dal Grano, e due di Marzatelli circa, fono il prodotto annuale del terreno di quefta Parrocchia.

   Due muratori, quattro Sarti, un ingegnofo Operaio da Orologi a Torretta, da Lavori di Ottone, da Falegmane, da Scalpellino, da Muratore, e che và facendo qualche allievo; oltre a ingegnarfi che fanno diferfi lavorare Capelli di paglia, fono gli artieri che fiorifcono fra quefto Popolo.

   Il terreno è in parte Saffofo, in parte Arenofo, e nelle baffe  è Cretofo mifto di Argilla.

   antica stampaFra il Saffoso vi è il Galeftro, il Tufo, la Pietra Serena. ecc, ed è uno dei territori del bolognefe più abbonante di rarità e miniere; pichè, quivi fonovi ftrati di pietra ferena cavabili a ufo di gradini, di ornati di porte, di cammini, ecc;  Scogli calcarei ferruginofi, e Pietra Cittadina; Saffo calcareo venato a maniera di radica di Noce, o di legno di Abete colore giallo, e gillognolo, a vicenda con macchia in mezzo di fior di Perfico; altri di colore cenerino; e di quefto fteffo Saffo fonovene de' ftrati la di cui venatura è alla fteffa maniera, ma di colore roffo di rofa, e roffigno a vicenda.

   Evvi finalmente un'ammaffo faffofo minerale, che internafi ancor nella Tofcana alla volta del cofì detto Saffo di S. Zenobio, che promette Ferro, Rame, e Vitriolo; il quale ammaffo farà con più accuratezza e precifione da noi defcritto nel difcorfo generale appartenente alla Storia naturale del Bolognese: il fuo efterno andamento comincia dalla deftrafponda dell'Idice, s'inoltra per l'alveo del Rio detto de' tre Rii, va verfo lo fcoglio detto faffo dell'Ofteria, fi avanza alle alte cime del Monte Grullo detto da alcuni Gurlàno, va ferfo il Monte Serra detta da alcuni il Saffo Nero, e paffa dentro la Tofcana, nella quale con un ramo devia a finiftra, e torna a difcoprirfi verfo il già detto Saffo di S. Zenobio.

   I venti impetuofi, e il fuòlo minerale dal confine della Tofcana all'Idice non permettono di poterfi coltivare, coficchè rimane quefto Territorio da quefta parte quafi tutto pafcolo a fodo, e in pochiffima parte bofchivo.

   Sono vari termini Territoriali piantati nel 1724, e nel 1734, fra due confinanti Stati.

   Otto fono i Borghetti appartenenti a quefto Territorio, cioè:
- Ca' de' Bartoli             di famiglie 5;
- Ca' de' Martini            di famiglie 7;
- La Pergola                  di famiglie 6;
- Pericolofo                   di famiglie 6;
- Cafale                         di famiglie 4;
- Ronco Nadè               di famiglie 5;
- Fraffineda                   di famiglie 18;
- Sombilla o Semivilla   di famiglie 10.

     Il confermarfi dal Sigonio (vedi nota 3), e dal Dolfi (Vedi nota 4), avere avuto la fua origine da Campeggio, di cui era padrona, come lo era di altri luoghi vicini, la nobiliffima famiglia Campeggi; l'effere durato fino al principio del fefto decimo fecolo in effa il cognome da Campeggi (vedi nota 5); lo aver prima full'altrui fede afferito il Ghirardacci quefta derivazione (Vedi nota 6) e quindi affermato effere certa, come cofa da Effo letta; bene corredata da innegabili documenti ed autentiche prove (vedi nota 7) il trovarfi regiftrata fra Nobili di Contado quefta famiglia in un catalofo da effi confervato in un antichiffima carta nella "Camera degli Atti", che fembra fcritta circa il 1250, o poco dopo; e l'effere fino all'ultimo ftato confervato il nome di Lorenzo (vedi nota 8) nella medefima famiglia: fembra, che tutto infieme non dia campo a dubitare fi debba a quefto Luogo l'onore di effere da effo realmente venuto quefto illuftre ftipite, e che perciò fi debba al medefimo la gloria di aver dato al Mondo uno de' più celebri eroi del Terzo decimo fecolo in perfona di Ugolino figlio del primo noto Lorenzo, il quale ne' fuoi più verdi anni applicatofi alla milizia, tanto fi acquiftò di gloria, e di fama col suo valore, che dopo di aver militato fotto diverfi Signori, nella florida età di quarant'anni fu dichiarato Capitano generale della potente in allora città di Pifa, fotto le cui bandiere riportò infigni vittorie, nelle vicinanze di Roma contro i Guelfi, e per terra e per mare contro i Re di Boemia e di Ungaria a favore degli fteffi Pifani.

   Acquiftò indi nel loro Territorio varie Caftella, altre molte nella Caèagna di Roma, nella Lombardia, e nella Tofcana; morì quefto eroe in età decrepita in Pifa, dopo di aver confeguito i più diftinti onori, ed il privilegio di Nobiltà di quella ricca Città per fe e i fuoi difcendenti, rinnovato ne' fuoi fucceffori del ramo Bolognese nel 1500.
   Fu fepolto in quel Duomo, ed oltre un magnifico Avello all'ufo di què' tempi, fu fatta incidere nello fteffo la feguente Ifcrizione:

CAMPEGII NOMEN POTERIS COGNOSCERE SI QUID 
IN TUMULO SYLLAE SCRIBITUR INSPICIES
NEMO ME AMICUS IN BENEFICENTIA,
NEMO INIMICUS IN FERENDA INIURIA SUPERAVIT.

   Devefi altresì allo fteffo Luogo accordare la gloria di aver prodotto dal fuddetto Ugolino e da Mattea della Cafa da Camino, già padrona di Trevifo, un altro celebre antenato, cioè quel "Donato", che fifsò poi in Bologna il ramo della famiglia Campeggi, nel 1728. eftinta, come fi diffe, quale, oltre una notabile ricchezza acquiftata, riufcì ed eccellente Legifta, e prode guerriero.

  Ma lafciate da parte altre cofe appartenenti a quefta nobiliffima da Campeggio derivata famiglia, della quale dovrem parlare nel volume terzo della Città, quando a Dio piaccia che per noi fia fatto; crediamo dover notare, che fra le anticha Caftella del prefente Territorio bolognefe annoverar debbefi Campeggio, come quello che và a nafcondere intorno al mille almeno la fua origine, fe pure dire non vogliafi, che Lorenzo, il primo foggetto illusftre e noto per la fua ricchezza, e nobiltà, e padronanza che di quefto, e di altri Luoghi avea nel 1220 (vedi nota 9), non foffe giunto in pochi anni da per fe a quel grado di opulenza, che il diftinfe fra nobili del Contado, e non in fequela delle fue induftrie ed acquifti aggiunti a quelli del Padre, e dell'Avo, come pare debba crederfi, attefta la maniera di vivere di que' tempi, e del commercio, e della natura di que' montani abitatori di allora.

   Comunque, fia ita la cofa però, non potiamo ommettere di accennare un noftro dubbio, cioè che quefto Lorenzo , dei poi da Campeggio, pel luogo della fua principale refidenza fatta ivi, dopo la divifione forfe nata fra effo ed i fuoi, derivar poteffe dalla cofpicua antichiffima famiglia Ubaldini deì Conti di Lojano.

  parrocchia e Nasce quefto noftro dubbio dal trovare Campeggio annoverato nella nota, già da noi accennata (vedi nota 10), fra que' Luoghi che pagavano omaggio ad "Ottocherio" e poi ad "Ubaldino" Padre di Tano II° de' nobili di Lojano, confervata nel libro delle fentenze nel pubblico Archivio di Bologna al num.1426, foglio 250; e per averlo ne' più antichi Elenchi delle Chiefe del Bolognese trovato fempre unito alla Congragazione di Barbarolo antichiffima Pieve di dominio e diritto immediato de' Lojani, come già fi diffe (vedi nota 11), abbenchè molto più vicina rimanga quefta Chiesa Parrocchiale di Campeggio alla parimente antichiffima Pieve di Monghidòre ad effi Lojani non appartenente immediatamente come Barbaròlo.

   Un migliore e più accurato efame potrebbe, o dileguare, o autenticare per fondato il noftro dubbio, ma noi dobbiam profeguire la noftra Opera, e non abbiam tempo di trattenerci in sì fatte ricerche (vedi nota 12).

   Se nelle guerre e tumulti delle Geremee, e delle Lambertaccefche Fazioni toglieffero i Bolognefi (vedi nota 13), alla Famiglia Campeggi (vedi nota 14) quefti, e gli altri Luoghi ad effa foggetti; o fe full'efempio di Ubaldino de' nobili di Loiano (vedi nota 15) vendeffe ancora la famiglia Campeggi al Comune di Bologna i Luoghi a fe foggetti, potiamo defiderare di faperlo, ma non più oltre, poichè gli Archivi, e la Storia  Bolognefe ci lafciano fu quefto affatto all'ofcuro: potiam bensì congetturare, che l'una o l'altra cofa fuccedeffe dal trovare nel 1299.

   Campeggio fra le Caftella fatte efenti da molte gravezze, d'ordine de' Sapienti  delle Tribù, e dei Miniftrali della Società eletti dal Configlio per provvedere a bifogni di quelle efiftenti preffo il confine del Contado di Bologna, i quali molto avean patito nelle guerre paffate (vedi nota 16), e perciò in allora ficuramente foggetto all'immediato dominio della Città indipendentmente da chiunque fiafi; lo che viene corroborato dall'ordine emanato nel 1326 (vedi nota 17) dallo fteffo Configlio a quello fteffo Luogo, di dover con altri concorrere alla proporzione del proprio Eftimo.

   In quale parte però del fuo proprio Territorio efifteffe realmente l'antico Caftello, o Ròcca, di campeggio, il decida chi crede faperlo di certo, che noi volentieri gle ne rinunziamo la gloria; come altresì la premura di rintracciare quali altri fafti gloriofi poffono rammentarfi di effo, oltre quelli da noi accennati, poichè a noi mancano e documenti, e memorie iftoriche per farlo.

   Soltanto potiamo accennare in quanto al fito, nel quale poteva effere, che dalle ricerche da noi fatte forpa luogo, non ci è altro riufcito di trovare, fe non un Monticello che fovrafta alla prefente Chiefa Parrocchiale detto "la Corte" ove noi da principio credemmo ficuramente efifteffe Campeggio, come nome che denotava il circondario di Luoghi murati ed abitati ne' più vecchi tempi, e di luogo di refidenza giurifdizionali ne' più vicini a noftri; ma dopo di aver letto nel Cafolari (vedi nota 18), che la madonna, ora detta dei Bofchi, è proffima ad un monte chiamato "Ròcca del Noveletto, o del Nuvoleto", fiamo entrati in dubbio, fe più tofto quivi, che nel monticello detto la Corte efifteffe.

  interno chiesa campeggio Non abbiam potuto col fuffidio di altri locali circoftanze determinarci, giacchè l'uno e l'altro Luogo domina l'antichiffima Via Maeftra, che da Lòiano e da Bisàno per Campeggio da Bologna in Tofcana conduceva, paffando il primo ramo da Loiàno per la Madonna de' Bofchi, indi fotto il monete della Ràcca del Nuvoloso, fotto il Colle della Corte, e traverfando l'Idice, ove congiungevafi con l'altro ramo che veniva da Bisàno, s'incamminava alla volta de' Saffi Roffi, e quindi al Cavrènp, alla volta di Pietra Mala fotto il Monte della Canda ecc.

   Rimangono tuttora le traccie di effa, e qualche pezzo di feliciato; come il nome rimafto di Ofteria della Cafa contigua a detti faffi dalla ampiezza della quale, e dal fuo fabbricato, rilevafi aver fervito di alloggio a foreftieri e alle vetture.

   Se quefta foffe quivi aperta e frequentata prima della edificazione di Scaricalafino fatta nel 1246, o dopo, o come e quando aperta e poi dimeffa noi non lo fappiamo, ne fembraci cofa intereffante al noftro affunto, onde confumarvi il tempo per rintracciarlo.

   Ciò che potiam dire fu quefto propofito è, che in tante memorie che abbiamo di riattamenti di pubbliche Vie fatti fare dal Senato (vedi nota 19) non troviamo mai rammentata quefta via, che d'altronde fappiam di certo effervi ftata, e però la crediamo antichiffima.

   Dal Santuario della Madonna ora detta dei Bofchi, eretto nel 1616, ed ora ornato di una grandiofa e bella Chiefa, con abitazione onefta pel continuo refidente Cappellano; delle Compagnie quivi erette fra le quali la numerofa del Suffragio di oltre 400. fra Confratelli e Conforelle, come di quelle del Rofario, del Sacramento, e del Carmine erette Parrocchiale, e di altre Ecclefiaftiche notizie, tratterem noi a parte ne' promeffi Elenchi delle Chiefe, e loro illuftrazioni, promeffi in ultimo.

   E così darem fine al prefente articolo.


(3 - Hift. Bon. lib. V. col 210, cum not.CovoliConflanti Rabbi Bon. In Aed. Palat. Opera omnia. Mediol. 1733. in fol.ivi tib. V col.533 De Epife. Bonon. in Vita Ep. Laurentii Campegii.)
(4 - Cron delle fam, nob. di Bol. pag: 231 pel  Ferroni. Bolo.1670. in quarto)
(5- Frà gli aggiunti al Configlio delli 400, alli 17 di ottobre del 1837. per Porta Ravegnana, vi fù Faccio di Nicola da Campeggio. Lib. Refor. fo. 7. Fù quefto e Capitano, e più volte Anziano. Dolfi: Cron. pag.233. - Ghirardacci Ist. di Bol. Tomo III. ms. all'anno 1506. pag.818)
(6 - Ist. di Bol. tomo. I pag 133. per Già Roffi Bel 1596.)
(7 - Tavola generale lett.G. col.3.)
(8 - Oltre il primo che fi dice aver fiorito nel 1220, Dolfi Cron. pag 231. vi furono, Lorenzo di Giovanni nel 1496. ivi pag. 234.  - Lorenzo del Co. Vincenzo del 1577. ivi pag.236 - Lorenzo del Co. Annibale del 1628. ivi pag. 237 e Lorenzo Cavaliere nel quale fi eftinfe la famiglia ai 29 giugno del 1728.)
(9 - Vedafi la tavola del primo tomo della Storia del Ghirardacci al luogo citato.)
(10 - Par.I. pag. 110. Ecco la nota per eftefo de' nomi de' luoghi foggetti in que' fecoli a Loiàni, la quale fervirà per abbreviare in appreffo più volte in più cofe i noftri articoli = Preda Mala, Caprèno, Campeggio, Mongodòro, Fradufto, Bibolàno, Lognola, Roncaftaldo, Vizzàno, Loiàno, Scanèllo, Bisàno, Stiòlo, Trafaffa, Pianòro, Cazzanefca, Fraffeneda, Cafadio, Anconèlla, Saffifcafcolo, Liverzàno, Fagnanèllo, S. Giorgio, Barbaròlo, Tè, Varignana, Bàadolo, S. Alberto, Monte Longo, S. Lorenzo di Guzzano. - E' da notarfi ancora che Fraffineda rimane tuttavia fotto Campeggio).
(11 - Par. I. pagini 212. e 214.)
(12 - Avreffimo, certamente ricavati molti lumi e fchiarimenti della Geneologia corredata da autentici documenti veduta dal Ghirardacci, fe ci foffe potuto riufcire di trovarne il manofscritto, il quale abbiamo inutilmente cercato preffo Monfignor Floriano Malvezzi Primicerio della Metropolitana, la di cui nobiliffima famiglia fù erede della Campeggi; negli archivi e nell'Inftituto, ne quale attefto l'indice copiofo, chiaro, e diftinto de' manofcritti, e contenuto in effi, fatto dal vivente eruditiffimo Bibliotecario Avvocato Lodovico Montefani Caprara, fi hà ora un comodo ed una facilità forprendente di trovare in un attimo, qualunque cofa che vogliafi, e contengafi ne' molto manofcritti confermati in quella infigne Biblioteca; e noi auguriamo al fuddetto eruditiffimo Bibliotecario gli aiuti neceffari per compiere in Indice così ben fatto, e che fa molto onore alla fua avvedutezza ed elevata cognizione: e fiam perfuafi, affidati nell'efempio di tante altre gloriofe imprefe, le quali fanno onore ancora in quefto Secolo a Bologna, che i Signori Bolognefi, e fpecialmente gli eccelfi Signori dell'Affunteria dell'Inftituto, vorranno incoraggiare con mezzi opportuni il benemerito Bibliotecario, affinchè compifca un sì bello, ed un così utile Indice, per quindi farlo ftampare a pubblica utilità. Moftrando così al Mondo, che non è diminuito ancora ne' petti bolognesi l'amore, e l'impegno per le Scienze, e per le Arti; nè è diminuito quel genio benefico, che onora la memoria de' loro Antenati preffo le più colte Nazioni, come quelli che tutto fecero quanto poterono, per aumento, per utile, e per decoro delle Scienze, delle Arti, e della Patria).
(13 - Ghirard. 1 ft.Bol. tomo. I. pag. 239 all'an.1276)
(14 - Ghirard. tom.I. Tav. Generale afficura, che era padrona immediata di Campeggio e di altri Luoghi)
(15 - Ghirard.1ft. Bol. tomo I. pag.210, all'anno 1266)
(16 - Lib. delle Provif. Lett Q fo.15 dell'anno 1299)
(17 - Lib. Refor. V.f.121. - Furono le Caftella e Luoghi che concorfero a quella fpefa : M.Aramato, Ronzàno, M.Renzoli; -  Riòfto: Cafsàno, Rocca Malapafqua, Lognola, Anconella, Pietra Mala, Cavrèno,  Monghidòro; Campeggio: Scanèllo, Gorgognàno, Vergiàno, S. Giorgio de' Montani. Geffo: Corvara. Pianòrp. Livergnano. Barbarolo. Cafadio. Loiano. Bibolano. Ronaftaldo e Stiolo.
(18 - Notizie dei Benefizi di Bologna ecc. Tomo III. pag 133.  Opera manofcritta nell'Archivio della Cafa Vasè Pietramellara, e nell'Istituto).
(19 - Abbiamo preffo di noi le ordinazioni date e riattamenti di Vie e Ponti fatti nel territorio bolognefe dal 1281 al 1321, e di altri fin preffo il 1500, in neffuna di quefte memorie troviamo rammentata quefta ftrada).

 

 

 

 

 

 

on 23 Giugno 2021

Visitatori

Abbiamo 197 visitatori e nessun utente online

Torna inizio pagina