Cerca nel sito


Cerco volontari, amanti della ricerca storica,
per una collaborazione nella gestione del presente sito.
Inviare una email a  marco30947@gmail.com  indicando la propria intenzione.
Non si richiede nessuna specializzazione ma solo passione nel mantenere in vita questo sito.
Grazie


(segue la narrazione )

 

Alle feste parrocchiali sono  (e soprattutto erano) legate le figure dei Priori, Priore, Priorine,Rettore, Rettora: tali nomine vengono effettuale ogni anno dal Parroco e annunciate nel giorno dell'Epifania.

I Priori:
sono nominati in riferimento alla Festa Grossa (I° Domenica di Agosto);
sono in numero di due;
possono essere o sposati o celibi.

Le Priore:
in numero di due;
vengono scelte fra le donne sposate.
Il loro compito è quello di condecorare le funzioni solenni e la processione con le loro torce, e di effettuare due raccolte per la parrocchia ( un tempo le raccolte erano quattro; io, già dal primo anno di mia presenza come parroco, le ridussi a due);
in più raccolgono in piazza in occasione delle Feste ad onore della Madonna.
Le Priore infatti portano il titolo di: "Priore della Madonna".


Le Priorine:
in numero di due;
vengono scelte tra le ragazze, anche giovanissime.
Il loro compito è quello di condecorare le funzioni e processioni come le Priore e di raccogliere in piazza in occasione delle Quarant'ore, Domenica in Albis, Corpus Domini e Festa di Sabbioni in Settembre;
mentre alle feste dei Santi Martiri Fabiano e Sebastiano il 20 Gennaio, raccolgono le Priore.

 

IL RETTORE
Era scelta tra gli iscritti della Compagnia del Santissimo Sacramento.
Raccoglieva in Chiesa durante le Quarant'ore e la Domenica in Albis, e pensava a rendere Solenne sopratutto la Domenica in Albis, impegnando i campanari a suonare le campane solitamente fin dal giorno prima.
Io, per alcuni anni ho continuato a nominare il Rettore, poi ho dovuto cessare perchè non mi riusciva più di scegliere facilmente dato il numero piuttosto ridotto di uomini iscritti alla Compagnia del S.S.mo Sacramento.
In più, la Domenica in Albis non è più sentita come un tempo.
La frequenza è come quella delle Domeniche per quanto riguarda la Messa;
per quanto riguarda la funzione pomeridiana la partecipazione è molto scarsa.
Interviene qualcuno della zona che normalmente fa capo alla Chiesa parrocchiale, quasi nessuno della zona di Sabbioni e della Guarda.
Continuiamo a celebrare le consuete funzioni ma senza nominare il Rettore, tanto più che i campanari, a Barbarolo, sono pressochè scomparsi e sarebbe piuttosto difficile reperirli altrove.
Diffondiamo un suono delle campane mediante altoparlanti installati, da qualche anni, sul campanile.

 

Visitatori

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

Torna inizio pagina